Al Museo Genti d’Abruzzo uno spazio espositivo gratuito per gli artisti

Grazie ad un protocollo d’intesa tra Provincia e Fondazione, gli artisti, che ne faranno richiesta entro il 30 giugno, potranno usufruire dello Spazio Arte

PESCARA – E’ stato firmato, ieri, a Pescara, un protocollo d’intesa tra la Provincia e la Fondazione Genti d’Abruzzo  grazie al quale gli artisti potranno esporre gratuitamente le loro opere nello Spazio Arte del museo delle Genti d’Abruzzo, al piano terra della struttura, nel centro storico della città.

Hanno firmato l’accordo l’assessore provinciale alla Cultura, Fabrizio Rapposelli, e il presidente della Fondazione, Giulio De Collibus, i quali hanno illustrato in cosa consiste l’intesa.

Gli artisti che faranno domanda entro il 30 giugno potranno usufruire gratuitamente dei locali dello Spazio Arte (dal 6 settembre al 31 dicembre prossimi) per un periodo massimo di due settimane ciascuno, in modo da soddisfare tutte le richieste, e ai visitatori sarà consentito di ammirare le esposizioni senza pagare il biglietto di ingresso.

Per programmare le mostre la Provincia e la Fondazione daranno vita a un Comitato di programmazione che valuterà le candidature pervenute esaminando in particolare la qualità artistica delle opere. La finalità è quella di valorizzare e promuovere gli artisti locali, con particolare riferimento ai giovani e favorire, allo stesso tempo, il confronto con autori affermati che arrivano qui da fuori regione. Le spese relative allo Spazio Arte saranno sostenute dalla Fondazione e la Provincia potrà destinare proprio personale per sorvegliare le sale e collaborare con gli artisti negli allestimenti.

Rapposelli ha ricordato che l’intesa non è nuova ma è nata nel 2008 e ha sottolineato che lo Spazio Arte è decisamente prestigioso, tanto più che il museo si trova nella zona della città più frequentata dai giovani.

De Collibus ha osservato che il rapporto di collaborazione con la Provincia potrebbe presto sfociare in altri progetti, come la realizzazione di una biblioteca di abruzzesistica.