Al Comune dell’Aquila il Premio Smart City

L’AQUILA – Il Comune dell’Aquila si è aggiudicato ieri  mattina, insieme alle città di Roma e Firenze, il riconoscimento della prima edizione del Premio Smart City che si è tenuta in occasione della quarta edizione di Smau Business Roma.Il premio, per il progetto di ricostruzione della città in chiave 2.0, è stato consegnato all’assesore alla smart city Alfredo Moroni.
“E’ stata per me una grande soddisfazione ricevere questo premio oggi – ha commentato l’assessore Alfredo Moroni – Il nostro progetto è stato selezionato tra oltre 200 progetti di Comuni ed aziende private e questo non può essere che motivo di orgoglio per tutti noi. Poiché la selezione è stata effettuata da esperti ed in particolare, sotto la guida dell’osservatorio dei Comuni Italiani, il successo assume una dimensione ancora più significativa. Ci viene riconosciuta infatti – ha proseguito Moroni – non solo una capacità programmatica e strategica, ma anche un risultato effettivo. Il riconoscimento del nostro lavoro dunque sia nella ricostruzione sociale sia in quella fisica, non legato solo ad annunci ma ad opere concrete. La direzione intrapresa è quella giusta e il raggiungimento di questo obiettivo non è altro che uno stimolo a fare sempre meglio. Smart City per la città dell’Aquila è  una necessità ed una responsabilità sia nei confronti dei cittadini di oggi che del cittadino del futuro. Diventa quindi imprescindibile– ha concluso l’assessore – la scelta strategica di impostare tutte le fasi della ricostruzione secondo modelli smart cities in ambito tecnologico, culturale e di condivisione con la cittadinanza delle scelte decisive. Questa impostazione ha permesso la nascita ed in alcuni casi la posa in opera, di una serie di progetti che, seppur attivi in ambiti separati, concorrono alla creazione di una visione organica del tessuto urbano. Un tessuto urbano pensato a misura d’uomo ed esaltato dall’uso delle moderne tecnologie applicative in ambito energetico, di reti, di e-governement e di edilizia”.