Adempimenti tributari:disapplicazione delle sanzioni causa maltempo

Api – Cna – Confartigianato – Confesercenti – Confindustria Abruzzo chiedono la non applicabilità delle sanzioni per le imprese della nostra regione che non fossero in grado di rispettare la scadenza di oggi

PESCARA – Riceviamo e pubblichiamo un comunicato di Api – Cna – Confartigianato – Confesercenti – Confindustria Abruzzo:

Nonostante una nota dell’Agenzia delle Entrate nazionale dell’8 febbraio scorso, secondo cui “per i contribuenti domiciliati nelle zone interessate dalle recenti eccezionali precipitazioni nevose, sarà valutata la disapplicazione per causa di forza maggiore delle sanzioni previste per ritardi nell’effettuazione degli adempimenti tributari” a poche ore dalla gravosa scadenza di domani, 16 febbraio (che prevede il pagamento delle imposte in tema di contributi previdenziali, Erario ed Iva); nonostante la richiesta pressante formulata dalle associazioni d’impresa; nonostante siano stati messi in campo gli atti deliberativi richiesti dalla stessa Agenzia delle Entrate (“anche in relazione ad eventuali provvedimenti che potranno individuare le aree interessate da tali eventi”), come ha fatto la Regione Abruzzo con la delibera del 9 febbraio scorso di “dichiarazione della eccezionalità degli eventi” non esiste a tutt’ora alcuna intesa tra gli uffici centrali dell’Agenzia e quelli periferici che traduca dalle parole ai fatti questa disponibilità.
Messe con le spalle al muro le aziende – in ginocchio per i danni causati dalle gravissime condizioni atmosferiche delle ultime settimane che hanno bloccato la produzione e l’attività – devono dunque sopportare anche l’inefficienza e l’indecisione degli uffici che avrebbero avuto tutto il tempo per decidere e non lo hanno fatto, rassegnandosi a pagare.
Deve essere chiaro tuttavia, che le nostre associazioni continueranno l’azione per veder riconoscere, anche nei prossimi giorni, la non applicabilità delle sanzioni per le imprese della nostra regione che non fossero in grado di rispettare la scadenza di domani.