A Treglio torna “Borgo Rurale”, festa del vino novello delle castagne e dell’olio nuovo

La 14° edizione della manifestazione avrà luogo sabato 12 e domenica 13 novembre. Previsto un servizio di bus navetta da Lanciano e da Rocca San Giovanni

TREGLIO (CH) – Torna   ” Borgo Rurale”, la  grande festa popolare ,giunta alla sua 14° edizione, che porta migliaia di persone nel centro storico di  Treglio per festeggiare e degustare vino novello , castagne e olio nuovo. Organizzata dalla  Pro Loco e patrocinata dall’Amministrazione comunale, la festa sarà inaugurata sabato 12 novembre alle 18.30 e chiuderà i battenti a sera inoltrata di domenica 13. Obiettivo  dell’evento è quello di far incontrare il mondo agricolo rurale con quello turistico, proponendo momenti di vita contadina ed artigianale : i visitatori potranno  conoscere ed apprezzare i prodotti tipici  , ma anche le bellezze naturalistiche e storiche  del territorio.

Ha spiegato il presidente della Pro Loco, Flavio Valentini:

quest’anno  abbiamo curato più a fondo il problema della sicurezza. Per evitare problemi di parcheggio è stato predisposto un servizio bus navetta gratuito con quattro pullman (che consiglio vivamente di utilizzare anche per evitare l’alcol test eseguito dalle forze dell’ordine), che faranno la spola da Lanciano (Pietrosa e quartiere Santa Rita) e da Rocca San Giovanni (Thema Polycenter).

Ha detto invece il sindaco Roberto Doris :

la manifestazione  è sicuramente un importante veicolo di promozione per il nostro paese e per la nostra antica cultura. Per l’occasione saranno aperti al pubblico i vecchi fondaci del centro storico, messi a disposizione dagli abitanti, dove sarà possibile degustare, tra piacevoli momenti musicali, i tipici prodotti agricoli della terra frentana.

Nove saranno le cantine aperte per degustare il vino novello e cinque i frantoi per assaporare l’olio nuovo in una atmosfera suggestiva e genuina e    caratterizzata dai ritmi della tradizione contadina. Saranno invece circa 300 le persone che lavoreranno alacremente per la buona riuscita della manifestazione. Anche quest’anno torna la “moneta del borgo”, un talloncino reperibile presso le casse e spendibile presso gli stand per acquistare le varie pietanze.

In ogni angolo ed in ogni vicolo, sarà possible degustare oltre alle castagne, al vino novello e all’olio fresco di macina, anche  gustose pietanze  del territorio frentano, rigorosamente preparate al momento,  e si potranno  riscoprire gli antichi sapori della tradizione contadina.Inoltre, musica dal vivo negli angoli più caratteristici del borgo antico.

La Manifestazione ha riscosso nel tempo,  grande successo e un crescente interesse da parte delle aziende agricole, vinicole ed olivicole, che  vi hanno aderito ,ma anche  della popolazione locale e di turisti e degli abitanti delle regioni confinanti con la nostra, rilevabile  dalla massiccia presenza di visitatori.