A Pescara si studiano le Tecniche di analisi dello sviluppo socio-emozionale del bambino.

Corso della dottoressa Carleschi presso CIFAP previsto per il 26 e 27 novembre 2010.

PESCARA – Rivolto a psicologi, educatori e  laureati in Scienze della Formazione si terrà nei giorni 26  e 27 novembre prossimi un corso di Tecniche di analisi dello sviluppo socio-emozionale del bambino,diretto dalla dottoressa Alessia Carleschi,psicologa, psicoterapeuta e specialista in Psicologia della Salute;inoltre dottoranda di Ricerca in Psicologia Clinica e di Sviluppo, presso la Facoltà di Psicologia “Sapienza” di Roma e socia Fondatrice dell’Associazione Psicologi della Salute – Ricerca Intervento – A.P.R.I di Roma.

Le due giornate si articoleranno con i seguenti orari: venerdì 26 novembre dalle ore 14.00 alle 18.00 e sabato 27 novembre dalle ore 9.00 alle 18.00,presso le aule del Centro di Formazione CIFAP in via Tavo, 71 Pescara. Il costo del corso è di € 150,00, per il quale e’ previsto un numero chiuso di partecipanti e verrà rilasciato un attestato finale di partecipazione.

Per maggiori informazioni si può contattare la segreteria di IGEA – Centro Promozione Salute al numero 329.9113320 oppure  tramite mail a info@igeacps.it.
Fin dalla nascita, i bambini crescono e sviluppano le loro capacità nel mostrare sentimenti, emozioni, nel comunicare sia verbalmente che gestualmente, nel pensare e nel relazionarsi agli altri,sono state sviluppate perciò,molteplici teorie dello sviluppo del bambino e le stesse sono state ulteriormente organizzate in modelli che hanno cercato di proporre una prospettiva evolutiva delle capacità dell’individuo nei vari campi.

Nel campo cognitivo ad esempio,il bambino ha a che fare con eventi che si impongono e che richiedono organizzazione e comprensione;nel campo motorio, lo sviluppo fisico spinge il bambino ad estendere l’attività locomotoria dal rotolarsi, al gattonare, al camminare e nel campo socio-emotivo, quello di cui si tratta in questo corso, la relazione con le figure di attaccamento quali genitori ed educatori, porta il bambino a sviluppare modelli di comportamento e di relazioni.

In generale le più recenti teorie dello sviluppo socio-emozionale di Sruofe, Lewis e Michalson, tendono a presupporre un’unità dei processi evolutivi sia biologici sia comportamentali, caratterizzata da una relazione dinamica tra l’individuo ed il suo contesto. I contesti dello sviluppo non sono statici, piuttosto sono ‘plasmatori attivi dell’esperienza’, hanno un ordine e sono organizzati da altri soggetti.
In questo senso, lo sviluppo emozionale diventa importante motore nelle relazioni sociali e monitorarne lo sviluppo fin dai primi anni diventa una ‘risorsa’ interessante per implementare strategie educative e relazionali utili anche nei contesti di vita del bambino quali gli asili nido.

Fare acquisire conoscenze teoriche e tecniche in tema di valutazione dello sviluppo del bambino da 1 a 36 mesi attraverso la Scala di Sviluppo Socioemozionale di Lewis e Michalson, strumento utile che consente un osservazione sistematica dello sviluppo socioemozionale in contesti naturali quali l’asilo nido;perciò il programma del corso prevede sia gli Aspetti teorici:valutazione dello sviluppo socioemozionale del bambino;presentazione della Scala Socioemozionale e sua applicazione e materiale, allestimento, somministrazione, scoring; che le attività esercitative con video registrazione;esercitazione di scoring su profili forniti e analisi di profili.