“A letto con … Willy!”: anteprima nazionale il 18 settembre a Pescara

PESCARA – È un gioco di specchi, un omaggio ironico ma non irriverente, una produzione giovane ma non amatoriale, un gioco che si spinge ai limiti del metateatro ma che non distrugge la sacralità del palco. Lo spettacolo “A letto con… Willy!” debutterà a Pescara venerdì 18 settembre alle 21.15 presso l’auditorium Flaiano per la regia di Danilo Volponi. Lo spettacolo è la prima produzione della nuova realtà teatrale pescarese fondata da Silvano Torrieri e Luca Luciani, due professionisti di matrici diverse ed esperienze complementari: l’associazione Prometheus Events.

alettoconwillyGli attori Silvano Torrieri, Maria Rosaria D’Orazio e Luca Luciani reggeranno la scena per un’ora e un quarto con ritmi sostenuti, trovate brillanti e interazioni divertenti, immaginando, secondo la drammaturgia di Giada Trebeschi, che un regista impegnato nella messa in scena de “La tempesta” di William Shakespeare si addormenti in teatro e che sia visitato in sogno da numerosi personaggi shakespeariani, che gli appaiono deformati, come spiega l’autrice del testo Giada Trebeschi, «non semplicemente nelle loro caratteristiche fisiche ma soprattutto in quelle psicologiche e simboliche, traducendo in un linguaggio più moderno e colloquiale i versi originali, che restano comunque riconoscibili o comunque rintracciabili».

Nel gioco metateatrale la scenografia realizzata da Lisa La Pietra evoca un palco visto da dietro, con un sipario sul fondo, ponendo perciò il pubblico dietro le quinte. Nello spettacolo interverrà la coreografa e ballerina Simona Sperinteo. Le fotografie di scena sono state realizzate da Silvia Mazzotta.

alettoconwilly_confLa caratteristica principale dello spettacolo, infatti, è proporre la drammaturgia shakespeariana in un melting-pot di teatro elisabettiano e di Commedia dell’Arte, rendendo onore al fascino che William Shakespeare sentiva verso la tecnica di improvvisazione italiana appresa dall’attore girovago Tiberio Fiorilli. Lo spettacolo diventa così più fruibile a chi ancora non la conosce e in particolar modo agli studenti, proponendosi come nuovo linguaggio didattico e nuovo punto di riferimento nel sistema scolastico con stage formativi a suo supporto, e verrà proposto a Roma e sui palcoscenici abruzzesi e italiani in un calendario di appuntamenti che si sta via via delineando.

Così si sono espressi in conferenza stampa l’assessore alla cultura del Comune di Pescara Elena Seller ed Enzo Fimiani:

L’iniziativa di approccio alle giovani generazioni è lodevole. Sono la maglia più debole del tessuto culturale di una società.

Precisa il regista Danilo Volponi:

Riteniamo questo spettacolo un approccio non noioso alle tragedie e alle commedie di William Shakespeare grazie ad una forte alchimia teatrale che cattura sì l’attenzione ma rispetta i personaggi per come furono ideati e ne mantiene intatto il pathos. Obbedendo ai crismi della Commedia dell’Arte la compagnia si è affidata all’improvvisazione e alle trovate comiche, trasformando il copione in un canovaccio.

Silvano Torrieri e Luca Luciani spiegano che:

La Prometheus Events desidera educare i più giovani alla cultura del teatro e proporre lavori di qualità con estrema semplicità, amore e umiltà. Questo spettacolo è in italiano ma preserviamo le sonorità della lingua originale per restituire al teatro shakespeariano quella scintilla iniziale che lo rendeva un prodotto per tutti, assolutamente non elitario contrariamente a quanto si possa pensare, a torto, oggi.

Il biglietto di ingresso è di 12 euro: prevendite presso il botteghino del teatro d’Annunzio (lato Nord) dalle 10 alle 12.30 e dalle 17 alle 19 dal lunedì al sabato; info e prenotazioni al 331 20 24 904 o http://prometheus-events.blogspot.com.