“Turchi, Santi, Contadini & Vicerè”: oggi l’Accademia degli Imperfetti a Villa Urania

turchiPESCARA – Nell’ambito della quinta edizione della manifestazione “Il canto della memoria” organizzata, diretta e promossa dall’associazione culturale Accademia degli Imperfetti, oggi venerdì 21 agosto alle 19 il Museo “Villa Urania” ospiterà nel gazebo del suo giardino la proiezione di alcuni passaggi di “Turchi, Santi, Contadini & Vicerè”, uno spettacolo di musica e recitazione nato nel 2001 all’interno delle manifestazioni per la Giostra Cavalleresca di Sulmona e costruito sul racconto di Serafino Razzi in terra d’Abruzzo nella seconda metà del Cinquecento.

L’incontro, ad ingresso gratuito, sarà condotto da Marinella Di Fazio con l’obiettivo di far conoscere aspetti poco noti nel panorama italiano della realtà storico-artistica dell’Abruzzo e vedrà l’intervento di Maria Cristina Esposito, coreografa e danzatrice, membro dell’Associazione Italiana Ricerca Danza e del Conseil International de la Danse – UNESCO, che ha curato le ricostruzioni coreografiche delle danze dello spettacolo.

Così Vincenzo de Pompeis, direttore del Museo “Villa Urania”:

Siamo orgogliosi di rinnovare questa collaborazione all’insegna della tenacia e della ricerca culturale ed antropologica in un momento di particolari difficoltà economiche per l’Abruzzo, che interessa direttamente anche il mondo della cultura.

Marinella Di Fazio, presidente dell’associazione Accademia degli Imperfetti precisa:

Sarà un viaggio nell’Abruzzo del sedicesimo secolo e nell’Abruzzo del ventunesimo, da ricostruire in un equilibrio delicato e prezioso. Ci sembra utile, in un momento come questo, ribadire la specificità di questa terra come efficace mix di economia, cultura e ambiente.

“Turchi, Santi, Contadini & Viceré” è stato replicato nel corso di otto anni con grande successo di pubblico e critica; recentemente è stato riproposto in un piccolo tour che ha toccato Bologna, Brescia, Lodi e, il 10 agosto, S. Stefano di Sessanio, proponendo una raccolta fondi per facilitare la ricostruzione della Torre.

Fino alle ore 21 sarà naturalmente visitabile il museo che, oltre all’esposizione permanente di maioliche appartenute alla collezione Paparella Treccia – Devlet, fino al 31 ottobre propone la prima mostra monografica su Tommaso Cascella. Biglietto di ingresso 6 euro.