“Giochi cromatici. Elaborazioni e suggestioni”: mostra di Maiocco e Lori fino al 10 giugno a Pescara

PESCARA – Dal primo giugno e fino a giovedì prossimo, 10 giugno, sarà possibile visitare, presso il Mediamuseum di Pescara, la mostra dal titolo: “Giochi policromi. Elaborazioni e Suggestioni”. Saranno messe a confronto le esposizioni degli artisti Vilma Maiocco e Antonio Lori che appartengono a due mondi diversi e apparentemente inconciliabili dell’espressione artistica, ovvero la pittura e arte digitale.

Il colore, da cui deriva anche il titolo della mostra, sarà il principale trait d’union tra le opere presentate. Giochi policromi che ognuno dei due artisti esprime in modo diverso: Maiocco attraverso la gestualità del dipingere, Lori per mezzo di sperimentazioni distanti dall’arte tradizionale, che utilizzano le possibilità offerte dalle moderne tecnologie digitali.

VILMA MAIOCCO – Vilma Maiocco nasce a Roma dove, dopo aver conseguito la maturità al Liceo Artistico di Via Ripetta, ha frequentato un corso di grafica triennale presso l’Istituto Europeo del Design. Nel primo periodo della sua formazione si dedica soprattutto al disegno (eseguendo, tra l’altro, numerosi ritratti), in seguito la sua attività gravita intorno alla grafica pubblicitaria, al marketing e alla progettazione di complementi di arredo. Il suo percorso artistico l’ha portata, gradualmente, ad avvicinarsi alla pittura. In questo ambito partecipa con successo a rassegne, collettive e concorsi, aggiudicandosi premi e riconoscimenti da parte del pubblico e della critica qualificata. Numerose sue opere sono presenti in collezioni private in Italia ed all’estero.

ANTONIO LORI – Nato a Cuneo, nel 1957. Ha conseguito il diploma di Maturità artistica presso il Liceo Artistico Statale di Pescara, nel 1976. Successivamente si è trasferito nelle Marche dove ha iniziato a collaborare con varie aziende litografiche. Attualmente risiede ed opera a Pescara. Grafico e artista sperimentatore. Attento alla ricerca dell’innovazione, si esprime attraverso le moderne tecnologie digitali. Ha partecipato a mostre collettive e personali, curato la realizzazione dell’immagine coordinata della manifestazione artistica Casoli Pinta e del Premio di letteratura naturalistica Parco Majella. Ultimamente ha realizzato la comunicazione per varie estemporanee di pittura, iniziando una proficua collaborazione con vari artisti.